Oskar Schindler è accreditato di aver salvato circa 1.200 ebrei durante la seconda guerra mondiale, ma non era solo. Un’altra persona avrebbe superato Schindler, nonostante il suo background insolito.

Anche se ufficialmente neutrale nella seconda guerra mondiale, la Spagna aveva un rapporto piuttosto accogliente con la Germania nazista in quanto entrambi i paesi condividevano gli stessi ideali fascisti. Fortunatamente, non tutti coloro che hanno prestato servizio nel governo spagnolo hanno condiviso queste opinioni.

Ángel Sanz-Briz nacque il 28 settembre 1910 a Saragozza, in Spagna, da una famiglia di ricchi mercanti. Studiò legge e si laureò in Diplomazia nel 1936, anno in cui scoppiò la guerra civile spagnola.

Conservatore, combatté con il generale Francisco Franco Bahamonde. Con l’aiuto della Germania nazista, i ribelli furono sconfitti e Franco prese il controllo del governo spagnolo. Sanz-Briz è stato premiato con un lavoro presso la Legazione spagnola in Egitto e poi nel 1942 è stato nominato il Chargé d’Affaires in Ungheria.

Quattro anni prima, l’Ungheria aveva emanato una serie di politiche antisemite. Tra le altre restrizioni Ebrei sono stati banditi dalle cariche pubbliche, il loro numero è stato limitato in alcune professioni, e sono stati negati il voto. Poi, nel 1940, il paese si alleò con la Germania e iniziò a costringere ebrei e altre minoranze a lavorare nei campi di lavoro.

Anche se la piena portata dell’Olocausto non sarebbe stato conosciuto fino a dopo la guerra, il destino degli ebrei ungheresi è diventato titoli internazionali nei primi anni 1940. Fortunatamente, il governo ungherese non ha inviato i loro ebrei nei campi di concentramento in Polonia come la Germania era esigente.

Donne ebree radunate in via Wesselényi a Budapest, Ungheria nell'ottobre 1944 Photo Credit
Donne ebree radunate in via Wesselényi a Budapest, Ungheria nell’ottobre 1944. Bundesarchiv-CC BY-SA 3.0 de

Che cambiò quando la Germania invase l’Ungheria il 19 marzo 1944. La poca protezione di cui godevano gli ebrei ungheresi era sparita. SS Tenente colonnello Otto Adolf Eichmann è stato dato il comando di promulgare la soluzione finale degli ebrei. Quelli nelle campagne furono mandati nei campi, mentre quelli a Budapest furono messi in ghetti in attesa dell’espulsione.

Il Partito Freccia Croce erano ora il nuovo governo ungherese. Virulentemente antisemiti, erano partecipanti volenterosi ed entusiasti delle atrocità naziste. Per risparmiare munizioni, hanno allineato le persone lungo il fiume Danubio e le hanno legate insieme. Quando hanno sparato uno, l’altro sarebbe caduto con loro e annegare.

Heinrich Himmler (architetto dell'Olocausto - il secondo da sinistra), con il Generale Francisco Franco Bahamonde (il secondo da destra) a Madrid nell'ottobre 1940 Foto di Credito
Heinrich Himmler (architetto dell’Olocausto – il secondo da sinistra), con il Generale Francisco Franco Bahamonde a Madrid nell’ottobre 1940. Bundesarchiv-CC BY-SA 3.0 de

Sanz-Briz e molti altri non potevano più stare a guardare e non fare nulla. Si appellò al suo governo per chiedere aiuto, ma mentre la Spagna non era antisemita, né erano solidali con la situazione degli ebrei ungheresi. Tuttavia, il segretario alla politica estera, José Félix de Lequerica, esortò Sanz-Briz a fare ciò che poteva; a patto che lo facesse legalmente.

Fortunatamente, la Costituzione spagnola del 1924 decretò che tutti gli ebrei sefarditi europei avevano diritto alla cittadinanza spagnola. Sefarditi sono discendenti di ebrei che avevano vissuto nella penisola iberica dal 2 ° millennio. La legge è stata invocata per fare ammenda per la loro espulsione nel 15 ° secolo.

La Freccia Croce Partito ministri con il loro leader, Ferenc Szálasi (seduto al centro) Foto di Credito
La Freccia Croce Partito ministri con il loro leader, Ferenc Szálasi (seduto al centro)

ai Sensi della presente legge, Ambasciata spagnola personale sono stati in grado di uscire di circa 500 persone, dal ghetto Ebraico, apertamente. Dichiarati cittadini di un paese amico, quegli ebrei potevano quindi rimanere a Budapest liberi da molestie, o potevano andare in Spagna se potevano permetterselo. Il governo spagnolo ha rilasciato circa 200.000 visti in tutta Europa fino a quando la Germania ha protestato.

I sefarditi si sono presi cura di, Sanz-Briz ha ricevuto solo 200 visti in più da distribuire. Sfortunatamente, la stragrande maggioranza degli ebrei ungheresi erano ashkenaziti (ebrei del nord Europa). Ha escogitato un piano.

Lavorando con altri diplomatici e uomini d’affari, affittò case e appartamenti in tutta Budapest e li dichiarò territorio spagnolo. Ashkenazis sfidando il viaggio alla Legazione spagnola su Eötvös Street chiesto visti.

Scarpe sulla riva del Danubio memorial a Budapest, Ungheria. Onora gli ebrei e le altre vittime dei nazisti e la freccia Croce Photo Credit
Scarpe sul Danubio riva memorial a Budapest, Ungheria. Onora gli ebrei e le altre vittime dei nazisti e la freccia Croce. Di Nikodem Nijaki-CC BY-SA 3.0

Sarebbero stati alloggiati e forniti di cibo, quindi non avevano bisogno di avventurarsi fuori ed essere catturati. Coloro che potevano permettersi di lasciare il paese hanno fatto. Questo ha funzionato fino a quando i soldati nazisti e Freccia Croce ispezionato i visti più a fondo e ha iniziato a mettere in discussione la loro validità. Sanz-Briz ha escogitato un nuovo piano.

Con solo 200 visti, ha iniziato ad aggiungere sequenze di lettere a loro. Se qualcuno ha ottenuto il visto # 1, avrebbe dato la prossima persona Visto # 1-A, e così via. Sanz-Briz esteso visti singoli per coprire intere famiglie. Una persona con un permesso dichiarato qualcun altro di essere il loro fratello / sorella, figlio / figlia, zio / zia, eccetera., e quelle persone furono coperte. Fino a quando il numero di visto non ha superato 200, poteva tenerlo.

Ambasciatore Ángel Sanz-Briz nel 1969 Credito fotografico
Ambasciatore ÁnGel Sanz-Briz nel 1969. Di Mieremet, Rob / Anefo-CC BY-SA 3.0 nl

Circa 700.000 Ebrei erano ancora nel ghetto – il loro numero diminuiva solo quando i treni venivano a deportarli. Altri morirono di fame e malnutrizione.

Mentre l’ondata di guerra si rivoltava contro le potenze dell’Asse (quelle alleate con la Germania), viaggiare in Spagna o altrove non era più un’opzione per la maggior parte. Ciò significava che Sanz-Briz aveva bisogno di affittare case sempre più sicure per gli ebrei e fornire loro cibo. Essi sono stati insegnati spagnolo di base in modo da poter cercare di passare per cittadini spagnoli.

Alla fine del 1944, l’Armata Rossa era appena fuori Budapest, così il governo spagnolo ordinò a Sanz-Briz di partire per l’Austria – credendo che sarebbe stato più sicuro per lui. Ha lasciato il 20 dicembre, ma non prima di prendere accordi per il suo lavoro a persistere.

Giorgio Perlasca, un fascista italiano che sosteneva Franco, assunse ufficiosamente la Legazione spagnola. Fortunatamente per gli ebrei, Perlasca ha avuto un cambiamento di cuore per quanto riguarda il fascismo. Continuò il lavoro di San-Briz.

Il memoriale di Sanz-Briz a Saragozza, Spagna Photo Credit's memorial in Zaragoza, Spain Photo Credit
Il memoriale di Sanz-Briz a Saragozza, Spagna. Ajzh2074-CC BY-SA 3.0

Con il Chargé d’Affaires andato, il governo ungherese ordinò alla Legazione di sgomberare la sua popolazione ebraica. Perlasca acquistò tempo sostenendo che San-Briz sarebbe tornato a breve. Ha continuato a spostare gli ebrei in case sicure, mentre altre ambasciate hanno preso in più.

Si ritiene che San-Briz possa aver salvato circa 5.200 Ebrei durante il suo periodo a Budapest. Dopo la guerra, divenne ambasciatore in altri paesi, ma raramente parlò di ciò che fece – nemmeno alla sua famiglia. Poiché la Spagna voleva prendere le distanze dalla sua precedente associazione con la Germania nazista, la storia avrebbe accreditato Perlasca per ciò che San-Briz ha iniziato.

Nel 1991 Yad Vashem (Museo dell’Olocausto di Israele) ha riconosciuto l’ex ambasciatore spagnolo come uno dei giusti tra le nazioni – undici anni dopo la sua morte. Lo chiamarono “l’Angelo di Budapest” in seguito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.