L’adozionismo è un errore riguardante Cristo che apparve per la prima volta nel secondo secolo. Coloro che lo detenevano negavano la preesistenza di Cristo e, quindi, della Sua divinità. Adoptionists insegnato che Gesù è stato messo alla prova da Dio; e dopo aver superato questa prova e sul Suo battesimo, Egli è stato concesso poteri soprannaturali da Dio e adottato come Figlio. Come ricompensa per i Suoi grandi successi e il Suo carattere perfetto, Gesù fu risuscitato dai morti e adottato nella Divinità.

Questo errore è nato da un tentativo da parte della gente di capire le due nature di Gesù. Le Scritture ci dicono che Gesù è sia Dio che uomo: “poiché Egli abita tutta la pienezza della divinità in forma corporea ” (Col 2,9). Questo è noto come la dottrina dell’Unione ipostatica in cui l’unica persona di Cristo, ci sono due nature: Dio e l’uomo.

Teodoto di Bisanzio fu il più prominente aderente a questo errore.
Adozionismo è stato condannato come eresia da Papa Vittore (190-198 d.C.).

revisione dell ‘ 8 ° secolo

L’adozionismo fu poi ripreso nell’viii secolo in Spagna da Elipando, arcivescovo di Toledo, e Felix, vescovo di Urgel. Questa era una variazione del primo errore, ma sosteneva che Cristo era il Figlio di Dio rispetto alla sua natura divina; ma che, come uomo, era adottato solo come primogenito di Dio.

Nel 798 Papa Leone III tenne un concilio a Roma che condannò l’adozionismo come eresia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.