Degli oltre 3500 morti a Shiloh alcuni erano generali. Due ufficiali dell’Unione sopravvissuti sarebbero diventati Presidente degli Stati Uniti (Grant e Garfield). Un tenente Ambrose Bierce era lì, e più tardi nella vita, ormai un famoso autore, scrisse della battaglia che: “I grandi angeli di Dio erano invisibili tra gli eroi in blu e gli eroi in grigio, dormendo il loro ultimo sonno nei boschi di Chickamauga.”

Angel’s Glow

Questi angeli si sono poi occupati si dice, spiegando perché alcuni dei soldati hanno sperimentato una ripresa migliore del previsto. In questi casi le ferite avevano acquisito un debole “Bagliore d’angelo” blu.

Il lettore informato sarà rapido a sospettare la bioluminescenza, per quanto bizzarra possa sembrare in questa impostazione. Mentre questo fenomeno potrebbe essere stato sconosciuto ai fanti della guerra civile, era noto da Aristotele a verificarsi occasionalmente su legno umido. E i minatori contemporanei all’era della guerra civile, almeno in Europa e nel Regno Unito, usavano bottiglie di lucciole o pelle di pesce essiccata come fonte di debole luce bioluminescente, per evitare lampade a fiamma aperta che potrebbero farle saltare in aria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.