In Australia, i proprietari di cavalli possono anche cercare Endura-Max e Endura-Max Paste.

“Mentre l’integrazione di elettroliti e sali è parte integrante di un piano di trattamento per l’anidrosi, se la soluzione fosse semplice come aggiungere elettroliti alla dieta, allora non avremmo un problema con l’anidrosi. Potrebbe non esserci una cura per la malattia, ma ci sono altri modi per affrontare il problema che aiutano anche il cavallo ad affrontare i problemi causati dall’anidrosi”, ha aggiunto Crandell.

Ulteriori strategie di gestione, oltre a spostare il cavallo in un clima più fresco, includono:

  • Fornire l’accesso a un ambiente ombreggiato durante le ore diurne e utilizzare i ventilatori per mantenere l’aria in movimento nelle stalle o nei capannoni. Le bancarelle climatizzate sono utili per mantenere una temperatura corporea più fresca. I miscelatori d’acqua possono anche essere usati per mantenere i cavalli freschi a temperature estreme.
  • L’affluenza notturna è utile perché c’è più movimento dell’aria e le temperature possono essere più fresche rispetto alle bancarelle.
  • Offrire una fonte di acqua fresca e fresca in ogni momento.
  • Esercitare i cavalli quando le temperature sono più basse, come la mattina presto o la sera tardi. Inumidire il cappotto con acqua prima di iniziare l’esercizio. Consentire un sacco di tempo di cooldown dopo l’esercizio e monitorare la frequenza respiratoria. Spruzzi d’acqua sul collo, sulle gambe e sul corpo contribuiranno a ridurre la temperatura corporea. Guardare con attenzione per qualsiasi segno di calore angoscia.
  • La toelettatura aggressiva e regolare stimola il flusso sanguigno alla pelle. Tenere il pelo tagliato regolarmente durante la stagione calda.
  • Alcuni ricercatori ritengono che l’integrazione con vitamina E potrebbe aiutare i cavalli anidrotici.** , * * * La vitamina E di fonte naturale è superiore alle fonti sintetiche. Nano-E, un prodotto di origine naturale sviluppato da Kentucky Equine Research (KER), presenta la tecnologia nanodispersion, che garantisce una rapida biodisponibilità.
  • Consultare un veterinario per discutere un piano di trattamento appropriato. Sono disponibili diverse opzioni di trattamento, molte delle quali dipendono dalla gravità.

Ad oggi non esiste una cura nota per la malattia, quindi tutta la gestione, il supplemento e i farmaci raccomandati sono per trattare i sintomi e rendere il cavallo più confortevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.