Chipotle ha annunciato che investirà million 10 milioni per integrare i pagamenti mobili nella sua applicazione di marca, mostrando come il ristorante quick-service vede un grande valore nell’entrare nello spazio.

Il chief Financial officer di Chipotle, John Hartung, ha annunciato questi piani durante una chiamata agli utili a fine gennaio. Una versione approssimativa della soluzione di pagamento mobile è già in fase di test da parte di alcuni dipendenti, ma QSR sta ancora sperimentando prima di implementare un aggiornamento dell’app pubblica.

“I pagamenti mobili, se eseguiti correttamente, hanno dimostrato forti guadagni nel throughput della velocità di linea”, ha dichiarato Drew Sievers, CEO di mFoundry presso FIS, Larkspur, CA. “Questo è un componente fondamentale per i ristoranti di servizio rapido che si concentrano sul volume di guida attraverso i loro punti vendita.

“Mettere lo schema di pagamento all’interno della loro app di marca ha senso”, ha detto. “Storicamente, abbiamo visto l’insoddisfazione dei consumatori quando un marchio offre più app.

“In definitiva, i consumatori non vogliono tre applicazioni dallo stesso commerciante. Vogliono un app che serve le loro esigenze.”

Mr. Sievers non è affiliato con Chipotle. Ha commentato sulla base della sua esperienza in materia.

Chipotle ha rifiutato di commentare.

Pagamenti mobili
Chipotle utilizzerà i million 10 milioni per ridisegnare la sua rete tecnologica oltre ad aggiungere pagamenti mobili alla sua app, secondo un recente articolo pubblicato da Bloomberg.

L’applicazione mobile, che è stato lanciato nel 2009, è disponibile gratuitamente in App Store di Apple e Google Play. I consumatori possono già effettuare un ordine tramite l’app, ma presto saranno in grado di pagare anche l’ordine in negozio tramite l’app.

Chipotle implementerà una tecnologia in-store simile ai lettori di codici a barre di Starbucks che saranno in grado di accettare pagamenti mobili. Il QSR spenderà qualche centinaio di dollari per ristorante per aggiungere i lettori, secondo l’articolo di Bloomberg.

L’applicazione utilizzerà i codici a barre e o Bluetooth per effettuare pagamenti. L’idea è che questo accelererà il processo per i clienti.

Inoltre, Chipotle sarà in grado di spingere le offerte e altri messaggi per l’applicazione.

La società deve ancora annunciare una data di uscita pubblica per i pagamenti mobili, ma è già in uso da parte dei dipendenti.

QSR rush
I ristoranti quick-service sono noti per essere tra i primi ad adottare la tecnologia mobile poiché l’industria si basa su processi veloci e mobile ha la capacità di accelerare le transazioni.

L’ordinazione mobile è quasi una posta in gioco nel settore QSR e la maggior parte delle aziende si è spostata verso i pagamenti mobili.

Dunkin ‘ Donuts ha recentemente ampliato il suo programma di pagamenti mobili seguendo i piloti in mercati selezionati (vedi storia).

Starbucks ha da tempo visto il successo con la sua soluzione di pagamento mobile, recentemente annunciando che è inching vicino a cinque milioni di transazioni settimanali sul cellulare (vedi storia).

Papa John’s, McDonald’s, Domino’s, Chik-Fil-A e KFC sono solo alcuni dei molti QSR che hanno sperimentato l’ordinazione mobile e i pagamenti mobili.

L’adozione da parte dei consumatori dei pagamenti mobili sembra essere la più alta tra questi tipi di commercianti poiché gli acquisti piccoli e frequenti spingono i consumatori a vedere più valore in un portafoglio mobile di marca.

“La combinazione di pagamenti mobili e fedeltà, soprattutto quando incapsulato da un app, ha dimostrato di essere un grande vincitore,” ha detto Wilson Kerr, vice presidente del business development and sales a Unbound Commerce, Boston. “Starbucks ha fatto oltre billion 1 miliardi di transazioni mobili l’anno scorso, secondo il gruppo Yankee.

Mr. Kerr non è affiliato con Chipotle. Ha commentato sulla base della sua esperienza in materia.

“Un sistema di pagamento mobile roll-your-own, in-app, può integrarsi con i sistemi di controllo del punto vendita e dell’inventario e, se tutto fatto internamente, è una soluzione molto migliore”, ha affermato. “Un piccolo menu e ripetere i clienti fedeli sono l’uovo d’oro dei pagamenti mobili.

“Ancora una volta, Starbucks ha dimostrato di poter generare vendite incrementali, fidelizzare i propri clienti, semplificare il processo di checkout in-store e, soprattutto, raccogliere grandi miniere d’oro di punti dati su ciò che i loro clienti stanno acquistando e quando. L’acquisizione di tutti questi dati consente a un ristorante di servire rapidamente come Chipotle di offrire offerte speciali, introdurre nuovi prodotti, distribuire premi per gli utenti mobili fedeli e aumentare ancora di più le vendite attraverso il canale mobile.”

Final Take
Rebecca Borison è assistente editoriale su Mobile Commerce Daily, New York

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.