WPC_30YearLogoNel 1995, Wildlife Preservation Canada ha contribuito ad un impianto di riproduzione ad Ampijoroa, Madagascar, per una delle tartarughe terrestri più rare del mondo, l’angonoka, o testuggine vomere. Questo è stato il primo programma di allevamento di conservazione in situ nel paese. Conosciuto anche come la tartaruga vomere o tartaruga del Madagascar, si trova solo in natura in Madagascar dove ci sono solo cinque popolazioni ampiamente separate. Oltre a finanziare l’impianto di allevamento con i nostri partner, uno dei quali è il Durrell Wildlife Conservation Trust, Wildlife Preservation Canada ha contribuito al lavoro sul campo, all’istruzione e allo sviluppo della comunità. Nel caso di questa specie, questo tipo di lavoro era particolarmente vitale, poiché la tartaruga è molto apprezzata dal commercio globale di animali da compagnia ed è il bersaglio dei contrabbandieri.

La stazione di allevamento ha avuto un grande successo. Nel 2004, 224 giovani allevati in cattività sono stati allevati da 17 adulti e nel 2011, oltre 400 tartarughe erano state allevate. Le reintroduzioni allo stato selvatico sono iniziate nel 2011, quando 20 tartarughe sono state introdotte in un sito sicuro nel Parco Nazionale di Ankarafantsika all’interno del loro habitat naturale. Gli animali sono stati contrassegnati e dotati di microchip e trasmettitori radio per un attento monitoraggio.

La tartaruga angonoka è ora protetta dalla legge del Madagascar ed elencata nella CITES come vietata al commercio internazionale. I gusci vengono marcati per renderli meno desiderabili e le comunità locali stanno lavorando insieme per preservare le loro risorse naturali, come la creazione di fuochi d’artificio per salvare l’habitat. I contrabbandieri continuano ad essere una sfida – di recente nel 2013, i contrabbandieri sono stati arrestati con 54 tartarughe in un sacco, che rappresentano oltre il 10% della popolazione selvatica di angonoka.

Nel 2014, più di 600 tartarughe angonoka erano nate nel centro di riproduzione di Ampijoroa, una colonia che garantiva la sopravvivenza della specie. Una combinazione di rilasci e allevamento di successo in natura significa che un totale di 20% della popolazione globale di tartarughe angonoka esiste in natura a causa del centro di riproduzione in cattività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.