Gli Stati Uniti e la Cina sono stati bloccati in tensioni commerciali per più di due anni, che si sono riversate nella tecnologia e, in una certa misura, nella finanza. Mentre il mondo lotta per emergere dalla pandemia di coronavirus, garantire il futuro dell’industria automobilistica locale è ancora più critico per entrambe le economie.

Negli Stati Uniti, l’industria supporta 10 milioni di posti di lavoro e contribuisce quasi 3.5% del PIL nazionale, secondo la Commissione della Camera per gli affari esteri Repubblicani ‘”China Task Force Report” su settembre. 29.

In Cina, il settore auto rappresenta circa un sesto dei posti di lavoro e circa il 10% delle vendite al dettaglio, secondo i dati ufficiali per 2018 compilati dal Ministero del Commercio.

In un solo segno di quanto la Cina abbia progredito nello sviluppo di veicoli elettrici, su 142 megafabbricazioni di batterie agli ioni di litio in costruzione a livello globale, 107 sono previste per la Cina, contro nove negli Stati Uniti., secondo il rapporto “The Commanding Heights of Global Transportation” pubblicato il mese scorso da Washington, DC-based advocacy group Securing America’s Future Energy (SAFE).

“Quasi tutte le principali case automobilistiche stanno prendendo sul serio l’elettrificazione dei trasporti e stanno investendo molto nella tecnologia”, afferma il rapporto. “In tutto il settore, le case automobilistiche investiranno billion 300 miliardi nei prossimi cinque-10 anni sullo sviluppo e sulla produzione di veicoli elettrici. Significativamente, quasi la metà di questa spesa per investimenti si verificherà in Cina, un indicatore di dove l’industria ritiene che la domanda sarà.”

Spinta della Cina in veicoli elettrici è iniziata poco più di un decennio fa, guidato da un ex ingegnere per Audi di nome Wan Gang. Mentre più di 30 miliardi di yuan (billion 4,54 miliardi) di sussidi hanno attirato molte start-up inutili, una manciata è sopravvissuta. Nio quotata a New York in 2018 e da allora ha scalato più di 340%. Li Auto e Xpeng sono diventati pubblici negli Stati Uniti quest’anno e le loro azioni sono aumentate di oltre il 65% e il 35%, rispettivamente.

Le azioni CATL quotate a Shenzhen sono aumentate di oltre il 110% quest’anno. Le azioni quotate a Hong Kong di Warren Buffett-investite da BYD sono aumentate di oltre il 250% a livelli record dopo il rilascio della sua tecnologia di batteria blade interna, che viene utilizzata principalmente nella nuova popolare berlina di lusso Han della società.

“(USA) la dipendenza dall’OPEC al suo apice – nel 40% che l’OPEC ha prodotto del mondo (petrolio) – non è mai stata così alta come attualmente ed è probabile che sia (sulla Cina) se non facciamo nulla sulla Cina con EV e le sue parti componenti”, ha detto il presidente e CEO di SAFE Robbie Diamond alla CNBC in un’intervista telefonica il mese “Come organizzazione non vogliamo andare da, dipendente e (di fronte a) sicurezza nazionale, rischio di sicurezza economica basato sul Medio Oriente e sull’OPEC, per poi un problema, sono dipendente dalle batterie e dalla tecnologia di trasporto dalla Cina.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.