Durante la guerra del Vietnam, i combattimenti si riversano nella vicina Cambogia quando l’esercito degli Stati Uniti inizia a bombardare le forze nord vietnamite che tentano di ripararsi nel territorio neutrale, iniziando la guerra civile cambogiana. Gli Stati Uniti poi si ritirano dalla Cambogia ed evacuano la loro ambasciata. Un ufficiale delle Forze armate nazionali Khmer, Ung, noto come ” Pa ” ai suoi sette figli, tra cui Loung Ung di 5 anni, esprime rammarico per essersi fidato degli americani mentre i Khmer Rossi si avvicinavano.

I Khmer Rossi costringono tutte le famiglie a lasciare la città, con il pretesto che sarà bombardata dagli americani, e unirsi a migliaia di rifugiati. Pa Ung nega di lavorare per il governo quando interrogato dai soldati, sapendo che sarà ucciso se scoperto. La famiglia viene trovata da “Zio”, il cognato di Pa, e la famiglia di Loung rimane con la famiglia dello zio per qualche tempo. Tuttavia, su insistenza della moglie dello zio, che teme le conseguenze se l’identità di Pa viene scoperta, la famiglia di Loung deve andarsene.

Dopo giorni di viaggio vengono radunati dai soldati Khmer Rossi e portati con altri rifugiati in un campo di lavoro, dove devono costruire il loro rifugio e sono costretti a lavorare in condizioni difficili. I loro beni sono confiscati, il cibo è scarso come tutti i raccolti vengono inviati alle unità di combattimento, e qualsiasi tentativo di ottenere più cibo è punito con percosse. Loung è testimone delle percosse dei suoi fratelli mentre cercano di ottenere più cibo per se stessi e la loro famiglia.

A parte il duro lavoro, il campo predica la propaganda del regime e qualsiasi oggetto straniero (inclusa la medicina salvavita) è proibito e comporta la pena di morte. I due fratelli più grandi e la sorella maggiore di Loung vengono riassegnati ad altri campi, e poco dopo sua sorella muore di malattia e di fame.

Un giorno Loung vede Pa portato via dai funzionari per riparare un ponte. Sapendo cosa lo attende, dice addio a sua moglie e ai suoi figli. Più tardi, Loung ha un sogno in cui lo vede giustiziato e sepolto in una fossa comune.

Poco dopo, Ma dice a Loung, suo fratello Kim e sua sorella maggiore Chou di fuggire in direzioni diverse e cercare nuovi campi di lavoro sotto false identità come orfani. Loung e sua sorella si separano dal fratello e raggiungono un altro campo.

Lì, Loung viene reclutato per essere un bambino soldato per i Khmer Rossi. I vietnamiti sono venuti a salvare la Cambogia dai Khmer Rossi. Loung impara combattimento corpo a corpo, tiro, e la preparazione di trappole, e lavora sulla posa campi minati contro i vietnamiti. Ai bambini viene costantemente insegnata la propaganda e l’odio per i vietnamiti, ma ottengono più cibo e vengono trattati meglio dei lavoratori nei campi di lavoro.

Un giorno Loung ottiene un pass per visitare sua sorella nel campo di lavoro, ma invece si reca al campo dove sua madre e sua sorella minore sono state lasciate indietro. Trova la loro capanna vuota e una vecchia le dice che la sua famiglia è stata portata via dai soldati. Quella notte Loung sogna di sua madre che giace morta in una fossa comune con la sorella più giovane lasciata accanto al suo cadavere a morire.

Il campo di Loung viene distrutto dai bombardamenti vietnamiti, costringendola a fuggire insieme ad altri civili. Sulla strada si riunisce con il fratello e la sorella e rimanere per una notte in un campo profughi temporaneo gestito da truppe vietnamite, dove i fratelli sono raggiunti da un gruppo di bambini. Mentre il campo viene attaccato dalle forze dei Khmer Rossi la mattina successiva, scivolano dietro i vietnamiti in difesa per sfuggire ai combattimenti nella giungla, dove Loung è separata dai suoi fratelli e testimonia altri rifugiati uccisi e mutilati dalle mine che lei stessa ha contribuito a creare.

I tre fratelli sono riuniti in un altro campo profughi gestito dalla Croce Rossa. Lì Loung vede persone che picchiano un soldato Khmer Rossi catturato. Lei lo vede come suo padre e lampeggia di nuovo alla violenza nella sua vita. Mentre grida, “Pa”, all’uomo, gli aggressori si disperdono. Loung guarda l’uomo picchiato e se ne va.

Alla fine della guerra, Loung e i suoi fratelli più piccoli si ricongiungono con i loro fratelli maggiori sopravvissuti ai campi. Il film si conclude con tutti i bambini nel tempo presente, pregando con i monaci per i loro familiari perduti alle rovine di un tempio buddista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.