Anche se potresti non avere ancora familiarità con il termine Riconoscimento automatico dei contenuti (ACR), è molto probabile che le tue abitudini di visione televisiva personali stiano attualmente alimentando la tecnologia relativamente nuova. Se sei un tipico proprietario di smart TV che ha attraversato con entusiasmo i termini e le condizioni al primo collegamento del dispositivo, è probabile che tu abbia fornito il consenso all’ACR per monitorare il tuo comportamento di visualizzazione.

Che cos’è l’ACR?

ACR è una tecnologia che sfrutta un database di contenuti per riconoscere e identificare i contenuti video e audio con cui un utente è attivamente impegnato. Prendere la canzone popolare identificazione app Shazam per esempio. Sapevi che Shazam sta usando la tecnologia ACR per informarti del titolo e dell’artista di una canzone? Attraverso un processo chiamato fingerprinting audio, Shazam confronta un campione audio da una canzone che stai ascoltando contro una massiccia libreria di dati musicali per identificare immediatamente la canzone in riproduzione.

Quali sono i diversi tipi di ACR?

Mentre Shazam utilizza le impronte digitali audio per identificare il contenuto, ci sono vari altri modi gli sviluppatori possono applicare la tecnologia. Le aziende che utilizzano ACR generalmente acquisiscono dati attraverso uno dei tre metodi di raccolta. Attraverso ciascuno di questi metodi, i fornitori ACR possono estrarre dettagli come il tempo di visualizzazione, il titolo dello spettacolo, il genere, il marchio pubblicizzato, ecc.

A causa della natura del nostro settore, la maggior parte dei partner ACR di SpotX utilizza le impronte digitali video per raccogliere dati. Quando un utente attiva per la prima volta la sua smart TV e fornisce il consenso al produttore per utilizzare il suo comportamento di visualizzazione, il produttore può quindi iniziare a raccogliere dati di visualizzazione specifici dell’utente. Utilizzando immagini pixel dallo schermo TV per identificare contenuti specifici e per quanto tempo è stato visualizzato — ACR può consentire agli inserzionisti di retarget pubblico a livello domestico su tutti gli schermi.

In che modo gli inserzionisti possono beneficiare di ACR?

Il vantaggio più significativo di ACR è la sua capacità di consentire agli inserzionisti di allineare le loro strategie di trasmissione TV e media digitali con un messaggio coerente e coerente su tutti i tipi di dispositivi. Poiché i dati ACR vengono raccolti tramite smart TV, gli inserzionisti sono in grado di ottenere informazioni sulle visualizzazioni degli annunci su TV lineare e possono utilizzare tali dati per informare le decisioni di targeting granulari sul digitale. Diamo un’occhiata ad alcuni esempi di come gli inserzionisti possono utilizzare ACR per migliorare la loro strategia olistica media.

1. Retarget linear TV audiences across screens
I fornitori ACR possono verificare che un utente abbia visto un particolare annuncio su linear TV e utilizzare tali informazioni per inviare all’utente un messaggio di follow-up.

2. Target di pubblico TV non esposti su altri dispositivi
Fornitori ACR possono verificare che un utente non ha visto un particolare annuncio su TV lineare. Gli inserzionisti possono estendere la loro portata indirizzando tali utenti attraverso canali aggiuntivi.

3. Conquista categorie di pubblico esposte agli annunci
Gli inserzionisti possono utilizzare ACR per indirizzare il pubblico in base agli annunci lineari a cui sono stati esposti.

4. Target show level syndicated audiences
Gli inserzionisti possono utilizzare la tecnologia ACR per indirizzare gli spettatori di un particolare spettacolo in un ambiente digitale.

Come possono gli inserzionisti lavorare con SpotX per utilizzare i segmenti ACR?

SpotX collabora con diversi partner ACR leader per fornire agli inserzionisti i dati più adatti alle loro esigenze. Abilitiamo i segmenti attraverso il nostro motore di gestione dell’Audience (AME) nello stesso modo in cui abilitiamo i tradizionali segmenti di dati di terze parti. Alcuni partner che sfruttano i dati ACR con SpotX includono Inscape, Roku, Samsung, Samba e Nielsen Gracenote.

I provider di dati creano segmenti che iniziano con i dati raccolti da ACR e quindi modellano i dati per raggiungere una scala appropriata. Poiché gli inserzionisti gestiscono campagne di dimensioni diverse, gli inserzionisti dovrebbero considerare di ampliare il loro pool di audience con componenti di targeting aggiuntivi quando creano campagne per garantire la copertura.

Mentre la tecnologia ACR è ancora agli inizi, il valore che può fornire agli inserzionisti è innegabile. eMarketer prevede che ci saranno quasi 120 milioni di utenti di smart TV entro il 2022. Con quasi tutti i principali produttori di smart TV che attualmente consentono un certo grado di raccolta dei dati ACR, gli inserzionisti hanno un’opportunità in gran parte non sfruttata disponibile a portata di mano. Poiché la privacy degli utenti continua a essere una preoccupazione crescente per il nostro settore, sarà interessante vedere come si evolvono le restrizioni sull’uso di ACR. Allo stato attuale, tuttavia, questa tecnologia rappresenta una pietra miliare importante per il targeting cross-device e dovrebbe senza dubbio essere considerata quando si sviluppa una strategia di marketing multicanale.

Contatta il team del tuo account SpotX per scoprire come iniziare oggi con il targeting ACR.

Zachary Atlas, Product Marketing Manager di SpotX, educa i clienti sui vantaggi della piattaforma SpotX e sviluppa la strategia di comunicazione go-to-market per vari prodotti SpotX. Prima di entrare in SpotX, ha trascorso del tempo in entrambi i ruoli client e agenzia di sviluppare strategie di marketing per American Express e Verizon FiOS. Zach è un appassionato amante della musica e ama collezionare dischi e andare ai concerti nel suo tempo libero. Ha anche una passione immensa per lo snowboard e caramelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.